• Soggiorni linguistici
Elisa: l'anno scolastico in Argentina mi ha cambiato la vita

L'Argentina ti entra dentro e, una volta che si è ricavata il suo posto nel tuo cuore, non ne vorrà più sapere di uscirne. Sarà un pensiero fisso dopo il tuo ritorno, ti chiederai perché non puoi tornare lì, dove eri veramente felice, ma anche in questo caso avrai la risposta, perché l'Argentina ti insegnerà a cogliere il buono da qualsiasi cosa, con la semplicità di un bambino imparerai a "disfrutar" delle piccole cose che la vita ti offre. 

Anneli: i miei primi due anni all'università americana

Alla vigilia del mio terzo anno vorrei fare un bilancio dei primi due, perché sono stati eccezionali nelle loro pecularità! Il primo anno ho frequentato la Rockford University, nell'Illinois. Ho seguito vari corsi di “general education”, ossia materie generali, come storia americana e statistica, che potevo scegliere io per passione o curiosità. Le lezioni si svolgevano in classi piuttosto piccole, con 25 studenti massimo, e questo è un aspetto molto positivo, che mi ha permesso di avere un contatto ravvicinato con i professori e, di conseguenza, è stato facile cercare aiuto per approfondire la lezione o farmi rispiegare un argomento. La parte accademica è l’aspetto che apprezzo di più del sistema americano!

Giorgia e il Work and Travel a Yellowstone: bisogna uscire dal nido e imparare a vivere nel mondo

Non pensavo avrei avuto il coraggio di partire per 3 mesi, da sola, a lavorare e dall’altra parte dell’oceano. Invece ce l’ho fatta e non solo sono sopravvissuta, ma ho vissuto questa esperienza con molta serenità! Tutto è iniziato con una info session in università, quasi per caso, e ne ho fatto una sfida con me stessa e contro le mie paure. Ogni novità è destabilizzante all’inizio, poi inizi a prendere la routine di una vita completamente diversa da quella che facevi prima e ti senti...a casa!

Ines: il mio anno scolastico in North Carolina

Hi there! Sono Ines Skuqi, una ragazza italiana di origini albanesi! Come posso esprimere l’importanza che l’esperienza di Exchange Student ha avuto nella mia vita? Si potrebbe scrivere un libro in merito, ma io utilizzerò una solo parola: G-R-A-N-D-I-O-S-A.

Prima di arrivare negli States ero una ragazza semplice, magari anche un poco introversa e imbranata e avevo le idee un po’ confuse su ciò che avrei voluto fare nella vita, ma trascorrere il mio quarto anno in North Carolina mi ha rivelato la vera me stessa: una ragazza intraprendente, che non si arrende alle difficoltà, volenterosa e capace di fare qualsiasi cosa sia nelle proprie possibilità.

4 luglio, come si celebra la Festa dell'Indipendenza Americana

Il giorno dell'Indipendenza è tra le feste più importanti e sentite della tradizione americana assieme al Thanksgiving Day.

Il 4 luglio del 1776, a Philadelphia, i delegati delle Tredici Colonie firmarono la Dichiarazione d’Indipendenza, distaccandosi dal Regno di Gran Bretagna.

Nacquero così gli Stati Uniti d’America! Tra i padri fondatori vi erano Benjamin Franklin e Thomas Jefferson, ed è proprio a quest'ultimo che dobbiamo la Dichiarazione stessa.

In tutto il Paese, in onore di questa data, si celebrano numerosi eventi con fuochi d’artificio, concerti e partite di baseball. Non mancano inoltre barbecue e picnic, per festeggiare in famiglia o con gli amici, e le famose gare di mangiatori di hot dog!

Iscriviti ora

Contattaci

Cataloghi

Testimonianze

Incontri informativi

Ricerca