• Soggiorni linguistici
Au Pair dell'anno 2019 - la storia di Neila

Tutto è iniziato quanto ho ricevuto un’e-mail dalla cognata della mia mamma ospitante, Mary. Il messaggio era piuttosto serio: il padre della host mum era morto a Gennaio (2018) e, appena due mesi dopo, suo marito era morto improvvisamente a causa di un infarto. Era evidente che la famiglia aveva bisogno di un’Au Pair per dare una mano con i due bambini. Ci siamo scambiate alcune e-mail e ho deciso, senza esitazione, di aiutare questa famiglia. Subito dopo aver deciso che li avrei aiutati, Mary mi ha chiamata. Il mio inglese era ancora molto scarso quindi quello che ho capito dalla conversazione era “Blah, blah, Neila! Blah, blah, right? Blah blah blah. Ok, see you soon.” L’unica cosa che sono riuscita a dire era “Yes”, “Ok” and “Bye” (io e i bambini ridiamo sempre quando racconto questa storia!). Anche se non sapevo che cosa mi avesse detto durante questa chiamata, ero sicura di poterla aiutare. 

Il mio semestre negli USA è stato unico

Ogni volta che cerco di descrivere questa esperienza in una sola parola, dico che è stata unica - inizia così il racconto di Chiara Corbari, partita da Mantova per un semestre negli USA, e arrivata a Cincinnati ad agosto. Capita solo una volta nella vita di poter frequentare una scuola Americana e vivere come una teenager del posto. Sono stata molto fortunata perché ho trascorso questi mesi con persone meravigliose.

Ragazza sorridente con bandiera americana

One year ago, after I graduated from High School, I left my family, my friends and my country and I decided to become an Au Pair in the USA. It was time for me to improve as a person. Now I live in Alexandria, Virginia, a city 15 minutes away from Washington DC and I’m part of an amazing family I can’t thank enough for what they do for me every single day.

Work and Travel USA: tutti dovrebbero viverlo almeno una volta nella vita!

Un'esperienza all'estero rappresenta un cambiamento, una sfida con se stessi, un'uscita dalla propria comfort zone! Superate le prime difficoltà si vive un'esperienza meravigliosa! Basta credere nelle proprie capacità e aprirsi alla novità! Ce lo racconta Alessia: esattamente un anno fa iniziava il percorso che mi avrebbe portata in America a vivere l’estate più incredibile della mia vita! La potrei paragonare ad una fiaba, perché dopo varie vicissitudini è arrivato il lieto fine!

Iscriviti ora

Contattaci

Cataloghi

Testimonianze

Incontri informativi

Ricerca