• Soggiorni linguistici
Exchange Students, concentratevi su ciò che state per incontrare, non su ciò che lasciate

Exchange Students, concentratevi su ciò che state per incontrare, non su ciò che lasciate

Diventare un’Exchange Student è un percorso intervallato da vari momenti: ci si informa, ci si presenta alle famiglie ospitanti preparando un dossier di presentazione e poi si aspettano le notizie sulla famiglia che ti ha scelto. Si aspetta con grande fervore, finché non arriva “la chiamata”.  Alla prima parola che ho sentito dall’altro lato del telefono ero già su di giri, mi è bastato un “ciao” per capire che tipo di conversazione sarebbe stata. La mia referente di Mondo Insieme ha condiviso con me la mia gioia, annunciandomi dove sarei andata. Era un posto che non avevo neanche mai sentito nominare, ma l’euforia era fuori misura, non importava.

Mi ha poi elencato i membri della mia famiglia: “avrai due genitori, tre fratellini di 5 anni, 2 anni e 8 mesi e e una sorella di 5anni, in più due cani e un gatto”. Ero al settimo cielo, io amo i bambini!!! Appena ho riagganciato al telefono sono esplosa in un mare di lacrime, era ora di lasciarmi andare all’idea che non avrei visto i miei amici e la mia famiglia per 10 mesi, vivendo dall’altra parte del mondo.

Il giorno di Ferragosto sono partita, in aeroporto non mi sono concentrata troppo su ciò che stavo salutando, ho piuttosto sorriso per ciò che stavo per incontrare. Il mio arrivo è stato “comico”, mi sono chiusa nel bagno del mio ultimo aeroporto alle 10:30 cercando di fare respiri profondi. Dopo 5 minuti sono uscita e ad aspettarmi ho trovato i miei due genitori, la nonna materna e due dei gemelli più belli che potessi avere come fratelli.

Penso di poter dire che ho amato tutto da quel momento: la scuola - molto diversa dalla nostra -, le feste, i grandi eventi che loro rendono indimenticabili, gli amici, la mancanza della mia famiglia, che mi è comunque stata vicina, sempre. Ho amato le risate fatte con mia mamma cercando di tradurre interi discorsi con Google (all’inizio è così), le battute di mio padre, il fatto che mi accompagnasse a scuola la mattina; leggere le storie ai miei fratellini, giocare con la piccola e dormire con lei, andare a fare spese insieme e regalarle tutto ciò che ogni bimba desidera: gonne, vestitini e tanti trucchi.

Ho amato i momenti alla sera in giardino con i cani e i miei mille pensieri, provare la loro chiesa cristiana ortodossa, essere presa in giro per il mio accento, che ad alcuni piaceva ad altri meno, ho capito cosa vuol dire avere pazienza. Ho imparato e sono cresciuta, sono cambiata ma tutto ciò che ho passato e che si passa in un anno all’estero lo consiglio e lo rifarei ad occhi chiusi.

Non cambierei nulla di ciò che ho vissuto, sono dell’idea che sia tutto parte dell’esperienza ed è giusto che sia così! Probabilmente la parte più difficile è l’addio o, nel il mio caso, un sicuro arrivederci!

Quando scegli di partire per un anno all’estero fai una scelta che influenzerà la tua famiglia, i tuoi amici, ma anche la vita della famiglia e degli amici che incrocerai negli Stati Uniti. Diventare Exchange Student significa impegnarsi in una grande avventura che richiederà un sacco di sacrifici e molta apertura mentale (che se non hai, sviluppi). Ora io sono una persona diversa, più sicura di se e pronta ad una vita mia!

Siamo ad Agosto 2018, sono passati ormai 2 mesi dal mio ritorno a casa e ho appena terminato una meravigliosa vacanza in giro per l’Italia con le mie due migliori amiche americane che sono venute a trovarmi. Mi sento spesso con la mia famiglia americana in settimana e, come giorno fisso, ci teniamo la domenica, alla quale è vietato mancare.

Chiara Algeri, Exchange Student negli Stati Uniti 2017/2018

 

Gallery

Exchange Students, concentratevi su ciò che state per incontrare, non su ciò che lasciate
 
Exchange Students, concentratevi su ciò che state per incontrare, non su ciò che lasciate
 
Exchange Students, concentratevi su ciò che state per incontrare, non su ciò che lasciate
 
Exchange Students, concentratevi su ciò che state per incontrare, non su ciò che lasciate
 
Exchange Students, concentratevi su ciò che state per incontrare, non su ciò che lasciate
 
Exchange Students, concentratevi su ciò che state per incontrare, non su ciò che lasciate
 
Exchange Students, concentratevi su ciò che state per incontrare, non su ciò che lasciate
 
Exchange Students, concentratevi su ciò che state per incontrare, non su ciò che lasciate
 

Iscriviti ora

Contattaci

Cataloghi

Incontri informativi

Blog

Ricerca